Blog

Casi studio, riflessioni, interviste, guide sulle PR e le Media Relations.

Digital PR: come ottenere una rubrica in un magazine di settore

da | Feb 5, 2018 | Digital PR e Media Relations | 0 commenti

Progettare e sviluppare delle azioni di Digital PR non significa solamente interfacciarsi con giornalisti, media, blogger e influencer o cercare di essere inseriti in contesti come conferenze e convegni del proprio settore.

Un’altra delle azioni che possono essere incluse in questo percorso riguarda la possibilità di proporsi come “fornitori” di una rubrica all’interno di alcuni media di settore.

Ma cosa significa concretamente e, soprattutto, quali possono essere i passi per arrivare a questo punto? E quali benefici comporta?

Partiamo da un esempio concreto, spiegando e mostrando cosa intendiamo per rubrica all’interno di un magazine di settore.

Ad esempio, l’azienda Friendz, qualche tempo fa, è arrivata a gestire una rubrica all’interno di DailyNet, punto di riferimento e testata leader nel mondo del marketing e della comunicazione (dopo vedremo i passaggi che l’hanno portata ad arrivare a ottenere questo spazio).

digital pr per startup

In questo modo Friendz, raccontando diversi casi studio che riguardavano i clienti che seguiva, ha avuto l’opportunità di dimostrare la propria autorevolezza e far conoscere il proprio lavoro anche a potenziali nuovi clienti che non conoscevano ancora i suoi servizi.

COME SIAMO ARRIVATI A FAR OTTENERE QUESTA RUBRICA?

Questa collaborazione ha preso forma a partire da un contatto con un caporedattore della testata.

Non c’era nessun rapporto professionale o personale, avevamo semplicemente avuto l’occasione di inviare altre comunicazioni alla testata, sia riguardanti Friendz che altri clienti che seguivamo (e la fondatrice di Friendz era stata intervistata da questa testata pochi mesi prima).

Abbiamo semplicemente inviato una mail al caporedattore in cui chiedevamo un incontro per parlare di una proposta di collaborazione.
L’idea era quella di proporsi come “fornitori” di una piccola rubrica.

La risposta era stata positiva e i fondatori di Friendz avevano avuto modo di incontrare il caporedattore di riferimento, per iniziare poi una collaborazione.

QUALI SONO I PASSI DA FARE PER PRESENTARE UNA PROPOSTA DI RUBRICA?
 
  • Prima di tutto è necessario partire dalla definizione degli obiettivi. In questo caso, ad esempio, l’obiettivo di Friendz era quello di concentrarsi maggiormente sulla generazione di nuove conversioni e sul raggiungimento di nuovi potenziali clienti.

Avevamo bisogno, quindi, di riuscire a ottenere uno spazio all’interno di contesti mediatici di riferimento nel settore dell’advertising.

  • Dopo aver individuato gli obiettivi principali, è necessaria una fase di studio e di analisi per capire quali sono i media più letti dalle persone a cui vogliamo arrivare
  • Successivamente, andremo ad analizzare nel dettaglio ogni singolo media selezionato, per capire se hanno già avviato delle attività simili con altri brand e per comprendere quali sono gli argomenti più trattati
  • Una volta scelti i canali, iniziamo a concentrarci sul primo media
  • Ricerchiamo il contatto di un caporedattore o del direttore (a volte vengono riportati nella pagina “Redazione” del sito – oppure possiamo affidarci al buon LinkedIn)
  • Prepariamo la mail (potete prendere spunto dalla mail che trovate sopra) e la proposta

Cerchiamo di ragionare su quali sono i contenuti che potrebbe richiedere questa testata e quali sono i dati e le informazioni che noi possiamo recuperare.

  1. Possiamo parlare di alcuni casi studio?
  2. Possiamo inviare dei dati personalizzati?
  3. Possiamo porci come esperti di un determinato settore (es. ambito legale, finanziario – in questo caso possiamo proporci come esperti, senza la necessità di dover trattare dei casi studio particolari o dover mettere a disposizione dei dati)

Inoltre, nella mail, mettiamo in evidenza che si tratterebbe di una “fornitura” a titolo gratuito, in cambio di ottenere comunque una rubrica brandizzata.

In questo modo la testata otterrà un contenuto interessante e free, dandovi la possibilità di brandizzare il testo, indicando che siete voi i fornitori di quelle informazioni.

  • Dopo aver inviato la proposta, attendete una risposta e se non arriva entro pochi giorni – dopo aver riprovato a contattare di nuovo la persona di riferimento – spostate il focus e passate al prossimo media (non ha senso insistere se non si ottiene una risposta entro breve)
TIPS

Uno dei consigli che vogliamo darvi è quello di non fare l’errore di contattare contemporaneamente più media con la medesima proposta.

Questo accade quando si ha l’ansia di voler “piazzare” la rubrica, ma se per caso dovessero rispondere positivamente due magazine, potrebbero sorgere dei problemi.

Non sarebbe professionale, infatti, avere contenuti simili su due magazine dello stesso settore.

Come per la maggior parte delle azioni di digital PR, non si tratta di velocità, ma si tratta di ricerca e di attenzione massima a ogni singola azione, curando nel migliore dei modi ogni comunicazione che viene creata e inviata.


Hai un’azienda o un progetto e vuoi capire in che modo le Media Relations possono aiutarti?

Contattaci: info@digitalpr.pro


RISORSE:

PDF GRATUITO: “Come contattare i giornalisti”: http://bit.ly/2HAuHY7

PR SCHOOL: https://prschool.it/

CANALE YOUTUBE (digital pr e media relations): http://bit.ly/2pVSVo7

 

Contattaci

Se hai domande, dubbi, richiste, contattaci.

Ti risponderemo entro poche ore.

Contattaci